day 4 - otranto-leuca
da 630,00  / a persona

Eco Box “In bici tra due mari” - autoguidato

Stagione

Autunno, Estate, Primavera

Durata

8 giorni e 7 notti

Lingua

Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo

Target

Tutti

Per quanti

fino a 10

Ecorating

Stoviglie Ecologiche Plastic Free Informazione Green Impatto Zero Fontane e/o case dell’acqua Cibo autoprodotto e/o Km0 Accessibile in Bici

Il vostro viaggio

Con l’Eco Box “In bici tra due mari”, Puglia Eco Travel vi propone una settimana in completa autonomia tra le meraviglie del Salento, visitando piccoli borghi, masserie e suggestivi angoli di costa. Adatto a coppie, famiglie e piccoli gruppi di amici.

Ecco di seguito l’offerta Eco Box In bici tra due mari”:

Il pacchetto include:  

  • 7 pernottamenti in agriturismo, hotel 3*** o B & B
  • 7 colazioni
  • 2 degustazioni di vino, formaggi e prodotti tipici
  • Trasporto bagagli
  • Navigatore con mappe GPS dell’itinerario
  • Itinerario con tutte le informazioni culturali e i suggerimenti circa il percorso
  • Assistenza h24 sul percorso
  • Assicurazione Rc

DATE DISPONIBILI: partenze ogni venerdì e sabato fino al 10/7/2021 e dal 27/8 al 16/11/2021.

PREZZI E CONDIZIONI: 630 € a persona 

OPZIONALI:

Noleggio biciclette: € 70 € 

Noleggio bici elettrica: 190 €

Supplemento alta stagione: 140€ (19/6 al 12/9)

Supplemento singola: 140 €

Supplemento viaggiatore Singolo: 100 €

Notti supplementari a Lecce: 45 €

Opzione 4****: 140 €

 

PROGRAMMA COMPLETO

Giorno 1: arrivo a Lecce
Incontro a Lecce, consegna delle bici con navigatore GPS e illustrazione del percorso.
Giorno 2: da Lecce a Otranto (56km)
Itinerario pianeggiante, ricco dal punto di vista naturalistico e culturale.
Dopo aver visitato la città fortificata e il castello di Acaya, attraversiamo l’Oasi protetta del WWF ‘Le Cesine’.
Da lì raggiungiamo il mare e costeggiamo prima i resti di Roca Vecchia, poi i Laghi Alimini.
Ancora pochi chilometri e siamo a Otranto, tra le cui strade strette si rivelano meraviglie a ogni angolo: gli affreschi della chiesa bizantina di S. Pietro, la passeggiata sui bastioni a picco sul mare, la Cattedrale ed il suo mosaico pavimentale.
Giorno 3: l’entroterra Otrantino (29km)
Giornata dedicata all’esplorazione dell’entroterra otrantino.
Risalendo lungo gli argini del fiume Idro, arriviamo a Casamassella dove visitiamo degli antichi telai rimessi a produzione dalla Fondazione ‘Le Costantine’.
Ci dirigiamo poi verso Giurdignano dove attraversiamo il giardino megalitico, osservando da vicino i suoi dolmen e menhir dell’età del bronzo.
Facciamo quindi tappa al giardino botanico La Cutura, dove scopriremo una collezione di piante (grasse, tropicali e mediterranee) unica in Europa.
In tarda mattinata visita in uno dei forni più caratteristici della regione, e degustazione di vini e formaggi nella cantina ‘Menhir’. Ritorno a Otranto e cena libera nel centro storico.
Giorno 4: il parco otranto leuca (52 km)
Lasciamo Otranto e pedaliamo lungo uno dei tratti costieri più selvaggi del Salento: di notevole bellezza il faro di punta Palascìa, estremo orientale d’Italia, e un singolare laghetto affiorato in una cava di bauxite in disuso.
Lungo il percorso ci sarà la possibilità di visitare la grotta Zinzulusa, che penetra per quasi 200 metri nelle viscere della terra.
Lungo il cammino ammiriamo i sapienti terrazzamenti e le muraglie a secco. Dopo aver attraversato il ponte del “Ciolo” (piccolo canyon scavato dalle acque, ricco di piante rare), si arriva a Santa Maria di Leuca, dove si visita il santuario, seguendo le orme dei pellegrini antichi.
Giorno 5: da Leuca a Gallipoli (61km)
Escursione alla scoperta del Capo di Leuca, estremità meridionale della Puglia. Dopo la torre di difesa di Salignano è la volta dell’antico frantoio di Castrignano, scavato nella roccia.
Si prosegue per Patù per una sosta al Centopietre, enigmatico monumento di origine funeraria, proveniente da Vereto, antica città pre-romanica situata nelle vicinanze. Infine visitiamo ‘Leuca Piccola’, per secoli importante stazione di pellegrinaggio e che ancora conserva una vastissima zona sotterranea.
Attraverso ulivi e muretti a secco si arriva ad Ugento, magari per visitare il museo archeologico. Nel pomeriggio si raggiunge di nuovo la costa ionica fino all’isola di Sant’Andrea e al parco naturale di Punta Pizzo. A Gallipoli si potrà gustare un aperitivo su una terrazza affacciata sul mare.
Giorno 6: l’entroterra gallipolino (30/60km)
Giornata dedicata all’entroterra di Gallipoli. Prima tappa a Sannicola per scoprire il suo frantoio ipogeo, e poi alla volta di Tuglie, sede di un magnifico museo della civiltà contadina. 
Poi si va a Galatone a visitare il suo bellissimo centro storico barocco e il castello normanno di Fulcignano. Nel pomeriggio si raggiunge Galatina dove si può ammirare la chiesa di Santa Caterina, completamente dipinta con affreschi in stile giottesco, e poi si visita il bellissimo centro storico della città. Possibile ritorno in treno.
Giorno 7: la via del ritorno (52km)
Ultimo giorno di viaggio. Si risale verso Lecce attraversando campagne coltivate e ammirando le numerose masserie fortificate, fino a raggiungere Nardò per visitarne il notevole centro storico in stile barocco.
Quindi tappa a Copertino per scoprire il suo imponente castello di origine normanna e le storie del Santo Patrono: S. Giuseppe, “il Santo dei voli”. A pochi chilometri da Lecce merita una visita il laboratorio di terrecotte artigianali dei F.lli Martina, abili custodi di questa antica arte. Nel tardo pomeriggio arrivo a Lecce e riconsegna delle bici.
Giorno 8: Partenza